• Botox party:  iniziativa di provenienza statunitense in cui gruppi di amiche si riunivano in presenza di un chirurgo e – in una sorta di gruppo d’acquisto “estetico” – si sottoponevano a turno a infiltrazioni di botulino, abbassando cosi’ i costi della materia prima e la parcella del chirurgo e col vantaggio-extra del vicendevole supporto psicologico.
  • Botulino: tossina che agisce sulle rughe derivate dalla mimica facciale riducendo senza danni e in modo selettivo l’attività dei muscoli maggiormente coinvolti, usato per attenuare le rughe della glabella, per rialzare sopracciglia abbassate e per spianare le cosiddette “zampe di gallina”.
    Il trattamento viene realizzato in una sola seduta della durata media di 20 minuti in ambulatorio, senza anestesia. Consiste nell’iniezione di Botulino (Botox, Vistabex) tramite un sottilissimo ago all’interno dei muscoli mimici responsabili delle rughe d’espressione.
Be Sociable, Share!